News Varie

Gli atleti del futuro – Chi tenere d’occhio per i prossimi anni?

Preparatevi e pensate per un attimo, di togliere i panni dell’atleta, appassionato, tecnico, giudice e mettervi quelli dei talent scout. Quanti giovani ci sono al Mondo che praticano atletica leggera? E quanti e quali di questi saranno i futuri campioni internazionali? Assieme al Mezzofondiere (video in calce all’articolo) abbiamo pescato 9 ragazzi che secondo il nostro parere sono sulla buona strada per diventare grandi (e non solo come età).

Selemon Barega 🇪🇹 (2000)

Selemon Barega (ETH) places second in the 5,000m in 12:55.58 during the 2017 Athletissima in an IAAF Diamond League meeting at Stade Olympique de la Pontaise in Lausanne, Switzerland on Thursday, July 6, 2017. (Jiro Mochizuki/Image of Sport)

Nato il 20 Gennaio 2000. Campione Mondiale Under 20 dei 5.000m a 16 anni con 13’21″21, Campione del Mondo Under 18 dei 3.000m a 17 anni con 7’47″16. Ad inizio 2018, ha conquistato il 2° posto assoluto ai Mondiali indoor di Birmingham nei 3.000m, preludio di una stagione sempre in crescita, culminata con il record del Mondo Under 20 sui 5.000m (e miglior prestazione dell’anno) nella tappa di Bruxelles della Diamond League con 12’43″02 (2’32/km), diventando anche il 4° di tutti i tempi (dietro solo ai mostri sacri Bekele, Gebrselassie e Komen).

 

Jordan Alejandro Dìaz Fortun 🇨🇺 (2001)

TORONTO, ON – AUGUST 10: Jordan Alejandro Diaz Fortun (Cuba), triple jump at the 2018 North America, Central America, and Caribbean Athletics Association (NACAC) Track and Field Championships on August 10, 2018 held at Varsity Stadium, Toronto, Canada. (Photo by Sean Burges / Icon Sportswire).

Nato il 23 Febbraio 2001. Nella sua giovane carriera vanta già 4 ori internazionali fra Campionati del Mondo Under 18, Under 20, Olimpiadi giovanili e Campionati Panamericani assoluti. Triplista da 17.41m (+1.0) è anche un buon saltatore in alto (1.85m nel 2016). I suoi margini? Solo il tempo ce lo dirà.

 

Armand Duplantis 🇸🇪 (1999)

2018 European Championships – Men’s Pole Vault Final – Berlin, Germany – August 12, 2018 – Armand Duplantis of Sweden celebrates winning gold medal. REUTERS/Kai Pfaffenbach

Svedese, ma nato il 10 Novembre del 1999 negli Stati Uniti, dove risiede e si è fatto strada soprattutto grazie alle gare dell’High School e del College. Fenomeno fin da piccolo nel salto con l’asta, a 10 anni superava già quota 3.86m, a 16 anni 5.30m, a 17 5.49m, a 18 5.90m, fino ad arrivare a quest’anno, dove, in finale Europea a Berlino, ha superato quota 6.05m, diventando in un colpo solo primatista Mondiale U20 e riuscendo anche a conquistare il suo primo titolo assoluto. D’annoverare anche un Campionato Mondiale Under 18, due Campionati Mondiali Under 20, un 8° posto ai Campionati Mondiali assoluti indoor e la vittoria nella tappa della Diamond League di Stoccolma. Ah, corre anche i 100m in 10.69 (+0.0) e salta 7.15m nel lungo.

 

Juan Miguel Echevarrìa 🇨🇺 (1998)

Juan Miguel Echevarria of Cuba competes in the men’s long jump during the IAAF Golden Gala Pietro Mennea at Olimpico Stadium on May 31, 2018 in Rome, Italy.
(May 30, 2018 – Source: Paolo Bruno/Getty Images Europe)

Nato l’11 Agosto 1998. Un talento sbocciato “tardi”. Da allievo è solo 4° ai Mondiali di Calì con 7.69m; da Juniores è invece 5° ai Mondiali di categoria (con 7.78m) e nel 2017, ai Mondiali assoluti di Londra, non supera il turno di qualificazione, nonostante un buon 7.86m. Sale agli onori della cronaca a Marzo del 2018 durante i Campionati Mondiali indoor di Birmingham, dove conquista a 19 anni e mezzo l’oro nel salto in lungo con la misura di 8.46m. Gareggia al Golden Gala – Pietro Mennea di Roma, ma è a Stoccolma, nella tappa svedese della Diamond League che stupisce tutti con un salto da 8.83m (miglior misura saltata negli ultimi 23 anni)! Peccato per il 2.1m/s di vento a favore che non permette l’omologazione. Si rifà qualche giorno dopo ad Ostrava dove con il regolare 8.66m diventa il 10° di sempre e il migliore della stagione.

 

Jakob Ingebrigtsen 🇳🇴 (2000)

Photo European Athletic/Twitter

Nato il 19 Settembre del 2000. Il terzo figlio “fuori dal comune” della famiglia Ingebrigtsen. Dietro di lui c’è un intero popolo che spinge, perché “un bianco” che corre così forte, potrebbe essere il cavaliere prescelto per combattere lo strapotere degli africani e riscattare un po’ le sorti della razza caucasica. Affacciatosi alla scena internazionale agli Europei di cross di Chia, dove ha vinto l’oro nella gara Under 20 (da allievo), ha iniziato a stampare tempi impressionanti nelle gare in pista: da 3’42″44″ del 2016, è passato ai 3’31″18 di Luglio 2018, dai 14’38″67 dei 5.000m del 2016, è arrivato ai 13’17″06″, tempo che li è valso pure la vittoria nella finale Europea assoluta di Berlino (oltre che il record Europeo di categoria), dopo che si era portato a casa anche l’ oro nei 1500m. Nel 2017 ha preso parte ai Mondiali di Londra nei 3000 siepi ed è atteso ad una prova di maturità in quelli del 2019 a Doha.

 

Jacob Kiplimo 🇺🇬 (2000)

(Photo MTN Uganda/Twitter)

Nato il 14 Novembre 2000. Ugandese ma ormai radicato in Italia. Da allievo, a 16 anni non ancora compiuti, sotto le fila dall’Atletica Prato, correva i 3.000m in 7’52″94 (2’37/km). Nello stesso anno il bronzo ai Mondiali Under 20 nei 10.000m (27’26″68), lo ha portato anche a partecipare ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Nel 2017 diventa Campione del Mondo Under 20 di cross e partecipa ai Mondiali di Londra sui 5.000m. Recentemente ha conquistato in 8 giorni due cross in Spagna (Atapuerca e Soria), segno che per i Mondiali assoluti di cross 2019 potrebbe essere uno dei favoriti.

 

Sydney McLaughlin 🇺🇸 (1999)

Nata il 7 Agosto 1999. Forse la più famosa fra tutti i ragazzi esaminati in questo articolo. In America è una star, soprattutto fra i collegiali. A 17 anni non ancora compiuti stupisce tutti andando a conquistare il pass per le Olimpiadi di Rio de Janeiro nei 400HS (stabilendo anche il record del Mondo Under 20), diventando la più giovane americana di sempre a farcela in atletica leggera; già l’anno prima però si poteva intravedere del potenziale dopo l‘oro ai Mondiali giovanili di Calì. Nel 2017 la sua crescita continua, soprattutto nelle gare NCAA dove stabilisce il record del Mondo della “Medley Relay” indoor, vari record nazionali scolastici e soprattutto viene menzionata per il 49″85 della sua frazione della 4x400m alle finali nazionali di Maggio. Il 2018 parte subito alla grande con il World Junior Record dei 400m indoor (50″36) e quello all’aperto dei 400hs (52″75). Diventata ufficialmente professionista con New Balance ad Ottobre.

 

Edward Zakayo Pingua 🇰🇪 (2001)

(Photo Shawb Osimbo/Twitter)

Nato il 25 Novembre 2001 (anche se in tanti, vedendo il suo aspetto non credono che sia un millennials). Personali di 7’49″17 nei 3.000m (2’36/km) e 13’19″74 nei 5.000m (2’39/km). Campione del Mondo Juniores a Tampere in questo 2018 nei 5.000m, dove ha battuto fra gli altri anche Jakob Ingebrigtsen, giunto 3°. Nel palmares vanta anche un argento ai Mondiali Under 18 dello scorso anno.

 

Briana Williams 🇯🇲 (2002)

(Photo TrackAlerts/Twitter)

Nata il 21 Marzo 2002. Giovanissima ma già fortissima. A Tampere, nei Mondiali Under 20, ha conquistato l’oro sia nei 100m che nei 200m, nonostante gareggiasse con ragazze 3 anni più grandi. Nei 100m corre già in 11.13 e nei 200m in 22.50. Che nell’isolotto caraibico abbiano trovato l’erede di Shelly-Ann Fraser-Price, Veronica Campbell-Brown e in ultimo Elaine “Fast”Thompson?

 

Il VIDEO

Seguite il Mezzofondiere anche su Facebook e Instagram.