Strada

Ma è stato un campionato italiano di maratona così scarso?

Alessio Terrasi (G.P. Parco Alpi Apuane) 2h19’14”. Eleonora Gardelli (Corri Forrest) 2h59’19”. Ieri a Ravenna sono stati loro a tagliare per primi il traguardo del campionato italiano di maratona. Onore ai vincitori, come sempre, ma ciò che ci ha colpito sono state le prestazioni cronometriche dei neo campioni. Ok, non siamo in Kenya, dove ben 300 atleti sono scesi quest’anno sotto le 2h20′ nella “regina”, ok, non c’era quasi nessun “professionista” (e anche qui dovremmo fare un discorso a parte per capire perché è così poco considerato un titolo nazionale di questo genere, ma per oggi passiamo), ma sono tempi giusti per i nostri standard? Ecco, siamo andati a ripescarci i risultati di tutti i campionati italiani di maratona dal 1987 ad oggi per capire meglio la situazione. Eccoli di seguito:

2018: Alessio Terrasi 2h19’14″/Elenora Gardelli 2h59’19”
2017: Ahmed Nasef 2h16’53″/Federica Dal Ri 2h37’45”
2016: Ahmed Nasef 2h20’47/Martina Facciani 2h43’11”
2015: Dario Santoro 2h24’25″/Catherine Bertone 2h39’19”
2014: Danilo Goffi 2h17’20″/Claudia Gelsomino 2h51’22”
2013: Ruggero Pertile 2h16’20″/Elisa Stefani 2h40’53”
2012: Migidio Bourifa 2h20’45″/Ivana Iozzia 2h35’08”
2011: Giovanni Gualdi 2h14’01″/Martina Celi 2h36’11”
2010: Migidio Bourifa 2h15’18″/Marcella Mancini 2h37’23”
2009: Migidio Bourifa 2h14’14″/Laura Giordano 2h35’36”
2008: Alberico di Cecco 2h13’16″/Rosaria Console 2h30’44”
2007: Migidio Bourifa 2h10’30″/Ivana Iozzia 2h35’26”
2006: Ruggero Pertile 2h11’17″/Marcella Mancini 2h34’52”
2005: Vincenzo Modica 2h14’02″/Ivana Iozzia 2h35’55”
2004: Roberto Barbi 2h21’06″/Ornella Ferrara 2h38’21”
2003: Angelo Carosi 2h15’54″/Anna Incerti 2h34’40”
2002: Fabio Rinaldi 2h14’40″/Tiziana Alagia 2h30’24”
2001: Angelo Carosi 2h12’45″/Patrizia Rotondo 2h33’38”
2000: Roberto Barbi 2h11’28″/Patrizia Rotondo 2h48’56”
1999: Roberto Barbi 2h11’23″/Simona Maccioni 2h28’54”
1998: Nicola Ciavarella 2h18’38″/Franca Fiacconi 2h30’31”
1997: Massimiliano Ingrami 2h12’17″/Ornella Ferrara 2h28’43”
1996: Franco Togni 2h12’36″/Franca Fiacconi 2h28’22”
1995: Danilo Goffi 2h09’26″/Maura Viceconte 2h29’11”
1994: Salvatore Nicosia 2h16’22″/Maura Viceconte 2h35’15”
1993: Walter Durbano 2h11’13″/Emma Scaunich 2h34’17”
1992: Giacomo Tagliaferri 2h16’27″/Emma Scaunich 2h35’06”
1991: Salvatore Bettiol 2h19’48″/Emma Scaunich 2h30’26”
1990: Severino Bernardini 2h11’53″/Emma Scaunich 2h32’46”
1989: Marco Milano 2h16’08″/Emma Scaunich 2h36’02”
1988: Carlo Terzer 2h18’09″/Graziella Striuli 2h36’02”
1987: Salvatore Bettiol 2h10’01″/Rita Marchisio 2h29’36”

Conclusioni

A livello maschile, se negli anni 90′ e 2000 era prassi (eccetto alcuni casi) conquistare il titolo con tempi da 2h09′-2’12”, assistiamo ad un netto “cambio di rotta” dal 2008, con prestazioni sempre peggiori, passando dal 2h13’16” di Di Cecco addirittura al 2h24’25” di Dario Santoro (2015). Dal 1987 quindi il 2h19’14” di Alessio Terrasi si piazzerebbe in 27à piazza su 32.

A livello femminile spiccano quasi sempre prestazioni attorno alle 2h30′-2h36′, con picchi da 2h28′-2h29′ e “contropicchi” di 2h38′-2h40′. Anche qui assistiamo ad un lento aumento dei tempi che parte dal 2009-2010, con il “clou” negativo proprio in questo 2018. Ultima considerazione. Dal 1980, anno in cui è stato creato il campionato italiano di maratona anche per le donne, la prestazione di quest’anno di Eleonora Gardelli è stata la peggiore mai fatta.

Voi quindi cosa ne pensate?

 

(foto copertina organizzatori Maratona di Ravenna – Città d’Arte)