Storie dal Mondo

Una stella mai dimenticata: Cosimo Caliandro

Sembra siano passati 30, forse 40 anni. Invece si parla appena di un decennio fa. L’atletica italiana che ancora vinceva e faceva emozionare, sia dentro, sia fuori dalla pista.

Campionati Europei Indoor 2007. Birmingham, Gran Bretagna. Nessuno si aspetta un successo italiano, ma invece Cosimo Caliandro stupì tutti, e sull’anello azzurro di 200m si portò a casa una medaglia d’oro incredibile. Le lacrime dopo aver tagliato il traguardo sono l’emblema della sua impresa, tanto voluta, quanto sofferta.

Cosimo "Mimmo" Caliandro vince l'oro Europeo nei 3000m indoor …

Il 10 Giugno di 5 anni fa ci lasciava Cosimo Caliandro. Un incidente in moto ce l'ha portato via a soli 29 anni. Nel 2007 vinse una straordinaria medaglia d'oro agli Euoropei indoor di Brimingham, battendo fra gli altri anche il "mostro" degli ultimi anni Moh Farah.Quanto ci manchi Mimmo…

Pubblicato da La gang degli Atleti disagiati su Giovedì 9 giugno 2016

Che avesse la stoffa del possibile campione si era capito fin dalla giovane età. Si mise subito in luce nel ’97, quando ancora cadetto stabilì due migliori prestazioni nazionali della categoria sui 1000 (2:29.7) e sui 2000 metri (5:32.8). Un po’ più grandicello tolse a Stefano Mei un antico primato allievi dei 1500 (3:45.62 nel ’99, stagione nella quale il brindisino fu pure finalista ai Mondiali Under 18 di Bydgoszcz); conquistò poi l’oro agli Europei juniores di Grosseto del 2001 con un’imperiosa progressione finale. Passò “pro” in seguito con le Fiamme Gialle.

Nel 2007 il suo successo più grande, quella medaglia d’oro indimenticabile davanti ad atleti del calibro dell’ancora acerbo Mo Farah. Nel 2010 provò anche la mezza maratona con il debutto alla Roma-Ostia.

In quel fatale 10 Giugno 2011, un incidente in moto ce lo ha portato via.

Cosimo sempre con noi!

(foto copertina Omega/Colombo Giancarlo)