Varie

Le gare più strane del Mondo

Per i puristi oltre le classiche distanze e concorsi delle Olimpiadi non esiste altra atletica. Chi ha le vedute più larghe mette dentro anche corse su strada della domenica, cross e montagna. Ma ci sono tantissime altre manifestazioni “spurie” sparse per il Mondo, che grazie a idee rivoluzionarie, tradizioni, folklore e culture differenti, alcune sempre attuali, altre dimenticate nei libri di storia, creano un movimento corollario che trascende dal solo spirito agonistico e aggiunge quel pizzico di stranezza che ci piace. Eccovi una carrellata delle più particolari.

 

1 – Il beer Mile

Una gara atipica, nata goliardicamente ma che sta crescendo di interessi e di qualità degli atleti impegnati. Un miglio e un litro di birra da bere diluito in 4 giri di pista. Da un paio di anni si disputano pure i Campionati del Mondo. Tempo per completare l’accoppiata corri & bevi? 4’34 quello maschile e 6’08 quello femminile! In tanti hanno difficoltà a farlo senza birra e di continuo.

New BeerMile World Record: 4.34.35

A Londra qualche giorno fa è stata riscritta la storia del Beer Mile. Nuovo record del Mondo per il canadese Corey Bellemore, che ha chiuso i suoi 4 giri di birra e pista con il tempo di 4.34.35.

Pubblicato da La gang degli Atleti disagiati su Mercoledì 3 agosto 2016

 

2 –  Palio fra le Contrade

In giro per l’Italia il folklore e le tradizioni rionali hanno sempre creato degli spettacoli unici nel suo genere. A testimonianza di ciò, vi parliamo del Palio fra le Contrade di Arpino (Frosinone). Fra le prove, oltre la corsa con i sacchi e quella con gli asini, troviamo la corsa con le carriole: 40kg di zavorra totale e 280m da fare il più velocemente possibile. E in leggera salita.

 

3 – Corri & Salsiccia

Appennino Tosco-Emiliano. Forse una delle più goliardiche gare del panorama italiano. A tutti gli effetti un trail di 18Km (circa), dove i partecipanti (vestiti in costumi da carnevale) possono scalare dal tempo finale di gara secondi preziosi grazie a ciò che mangeranno (salsicce e fagioli) o berranno (birra) ai ristori lungo il percorso. Più mangi, più abbuono ottieni e più sei pronto per il vomito del tredicesimo chilometro.

 

4 – La staffetta 4×110 ostacoli

In Italia è quasi sconosciuta. Negli USA appare spesso nei campionati per staffette. Per parteciparvi servono fondamentalmente tre cose: essere veloci, saper passare bene gli ostacoli e avere 4 ostacolisti in squadra.  L’ultima vi sembrerà ovvia, ma in Italia ad esempio alcune volte non arriviamo a 4 atleti ai Campionati Regionali. Quelli Assoluti.

 

5 – Man vs Horse marathon

Fa prima un cavallo o un uomo a percorrere 42Km? La domanda sembra scontata, ma in Galles oltre a chiederselo, lo hanno provato. In scena dal 1991 la “Man vs Horse” ha visto il quadrupede vincere tutte le volte, tranne una, nella quale a trionfare è stato Huw Lob, primo uomo a riuscirci. Complimenti!

 

6 – Wife Carrying

Ve ne avevamo già parlato, ma ci sembrava giusto ricordarlo. Alcune volte una moglie serve per portare a casa un po’ di birra. Al Wife Carrying il marito deve arrivare al traguardo con la moglie in spalle, superando indenne i trabocchetti del percorso nel minor tempo possibile. La vincita è l’equivalente del peso della compagna in pregiato distillato di malto.

 

7 – Wings for Life World Run

Una corsa unica nel suo genere, fatta tutta per uno scopo benefico (il ricavato va alla ricerca per le lesioni al midollo spinale). Si parte nello stesso momento in 24 diverse località sparse per il Mondo. Non c’è un traguardo, non c’è un tempo limite. C’è solo una macchina, che parte 30 minuti dopo i partecipanti a 15km/h e ogni 30 minuti aumenta il proprio passo. Quando l’auto ti viene a prendere la tua corsa giunge al termine. Nel 2016 a vincere è stato il nostro Giorgio Calcaterra che a Milano ha percorso circa 88km.

 

8 – il miglio in discesa

Misura anglosassone di 1609m (virgola qualcosa). In Gran Bretagna è forse la gara più prestigiosa e c’è chi una trentina di anni fa, decise di organizzarne uno su strada. In discesa, perché sul pari era troppo mainstream. Naturalmente record del Mondo frantumato (ma non omologato, ci mancherebbe)

 

9 – il “podista briaco”

Una variante del beer mile, ma per avventurieri più rudi visto che si corre in parte in strada e in parte su mulattiera. Il “Podista Briaco” si corre da una decina di anni in uno sperduto paesino della Garfagnana. Batterie eliminatorie e finale per i meritevoli. Se prendi la schiuma è un casino sopravvivere.

Podista ubriaco Garfagnana edition

Direttamente da uno sperduto paesino della Garfagnana, le fasi salienti del campionato del Podista ubriaco. 66cl di Peroni da bere in 4 giri collinari di 600m. Il rutto libero è subito poesia prima di stramazzare al suolo.

Pubblicato da La gang degli Atleti disagiati su Sabato 15 ottobre 2016

 

10 – la Red Bull 400: la corsa più dura d’Europa

Vi siete mai chiesti com’è salire a corsa dalla base fino alla cima di un trampolino da salto con gli sci? Beh, la Red Bull come sua vocazione ha tirato fuori dal cilindro una competizione unica. Si parte dal basso, senza però guardare in alto, altrimenti è la fine. 400m interminabili per concludere la fatica con dolori e crampi muscolari allucinanti. In Italia esiste una cosa simile in Valtellina; si scala un gasdotto (anche qui targa Red Bull).

(immagine di copertina redbull.com)